Conserve the sound, il museo dei suoni che stanno per scomparire

Questo è il mio articolo uscito su Wired dove vi parlo del posto giusto dove andare per farvi un piantino.

64_bandsalat_T_B-555x555

Avete mai pensato al suono che faceva il macinino del caffè, quello che usava la nonna, o la mamma, che poi si è rotto e non l’avete sentito più? E il suono del nastro di una musicassetta che si riavvolge? E il telefono a disco? Vi ricordate di quando sbagliavate un numero e dovevate rifare tutto daccapo? Vi manca? Sì, anche a me. Finalmente c’è un sito che fa al caso nostro: si chiama Conserve the sound. È un museo online di suoni scomparsi o che stanno per lasciarci (una cosa straziante). Un archivio elegiaco di suoni di cose che facevano parte della nostra vita quotidiana e che non ci sono più. Io se ci penso mi metto a piangere.

(Continua a leggere sul sito di Wired)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...