#M5S, il peggio adesso siete voi

Ripensare a Bossi come a un raffinatissimo intellettuale ateniese. Questa, dunque, era la rivoluzione – Andrea Pomella

Vi ricordate quando la cosa peggiore mai successa in campo politico e umano era l’appellativo “culona inchiavabile” che B aveva dato a Fraü Merkel? Che bei momenti, quelli. Ricordate che brutto, bruttissimo sgarbo? Che mina per i rapporti politici europei, che affronto, che orrore. E ricordate quanto ne cagionammo insieme? Quant’era sornione, volgare, ridicolo, vecchio. Quanto maledicemmo l’uomo, il politico, il porco?

Ecco. Due giorni fa, dopo l’invito di Sua Maestosità Corrado Augias, suggerivo di riprendere i libri di storia in mano, e rivedere il clima di irredentismo che accompagnò il fascismo in Italia alla luce delle ultime gesta grilline (abbruciamento di libri dell’Amatissimo, istigazione alla violenza via facebook, grida liberatorie in Parlamento con sostantivi datati 1922). Oggi no. Oggi vi chiedo di fare mente locale. Oggi vi chiedo di rimettere in chiave di ricerca su google: “Berlusconi figure di merda donne altri paesi” “maschilismo Berlusconi” “volgarità Berlusconi”. Oggi vi chiedo, e parlo soprattutto a voi, amici #M5S, di andare a ripescare qualcheduno di quegli articoli rabbiosi contro la mancanza di tatto del vostro primo odiatissimo nemico: il nano malefico.

Non era forse quello il peggio? Non era il punto più basso dell’umanità? Non vi faceva vergognare di essere italiani, uomini? Non abbiamo forse organizzato manifestazioni e senonoraquandi perché eravamo esausti, e lo eravate anche voi, di quello scempio? Di quell’immagine della donna che ne usciva?

Bene, quello che state facendo voi, quello è il peggio. Il peggio è che state portando una come me a pensare e dire una cosa del genere.

Quello che accade in questi giorni sta riscrivendo la nostra storia. Sta riscrivendo i nostri costumi (sentite il tono, la gravità? Spero di si, vi parlo da scemi perché avete dimostrato ampiamente di essere scemi). Quello che accade sta portando in classifica il rape joke come battutona divertentissima. E ne sta sminuendo incontrovertibilmente la gravità. Sta facendo del lontano ricordo del machismo mussoliniano un dolce momento, bello e altissimo, del rapporto uomo-donna.

Inneggiare allo stupro, scrivere di voler stuprare una donna, scherzare sullo stupro e parlarne come fosse un complimento alla bellezza, darsi le pacche sulle spalle freudiane tra maschietti con malcelati, intimi e solidali “vabbè, dai, so’ ragazzi, scherzavano“, chiocciolarsi come ebeti, evocare in sogno (porcatroia, ancora non ci posso credere) stupri e fellatio a ministre. Questo è il peggio, più in fondo di così non si può andare. Ve lo dico.
Il peggio è il ritorno ad un linguaggio soft porno anni Ottanta che passa come normale. Il peggio è la leggerezza. Il peggio è che ad ogni accusa rispondiate “maestra, ma è stata prima lei”. Il peggio è la stretta di mano ai pirla.

Il peggio adesso siete voi.

20140204-125543.jpg

Annunci

8 thoughts on “#M5S, il peggio adesso siete voi

  1. Accordo totale. Post deciso e definitivo. Sulla forma, elogi assoluti (divento ripetitiva!)
    Adesso ti condivido pure, tanto son pronta alla morte come nell’inno nazionale in questi giorni.

  2. La cosa che mi fa più male da donna è vedere il modo squallido con cui il tema della violenza sulle donne viene strumentalizzato in questi giorni per il proprio torna conto politico..ma i post che hanno girato per anni sulle varie Minetti Gelmini Carfagna quelli non erano sessisti? O le prese in giro continue della povera Rosy Bindi per il suo non essere poi così appetibile? La violenza sulle donne è una cosa seria così come lo è il decreto svuotacarceri che se venisse approvato alleggerirebbe ancora una volta la pena di chi quella violenza la compie davvero..mi viene in mente il Vangelo in questi giorni tutti a guardare la pietruzza negli occhi dei 5 stelle ignorando la trave nei propri..non so se voterò 5 stelle ma dire che in questo momento sono il peggio drll’Italia..beh magari fosse così saremmo davvero a buon punto!

  3. Pingback: Perché domani voto Pd e non M5S | Silvia Vecchini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...